COS’È LA BELLEZZA IN FOTOGRAFIA?

curls-667x670Ossia come possiamo dire “che bella questa foto”, oppure “questa secondo me è proprio cestinabile”?. Ecco, la domandina del secolo.

Però è una cosa che mi chiedo spesso gironzolando per i siti di fotografia, sbirciando nei gruppi di Facebook di vari livelli e visitando mostre di arte in generale.
Se ci pensate bene, definire cosa sia “bello” è molto complesso e difficile per vari motivi.
Ma partiamo semplicemente dal significato: ho trovato una bella definizione su Wikipedia che recita

La bellezza è l’insieme delle qualità percepite tramite i cinque sensi, che suscitano sensazioni piacevoli che attribuiamo a concetti, oggetti, animali o persone nell’universo osservato, che si sente istantaneamente durante l’esperienza, che si sviluppa spontaneamente e tende a collegarsi ad un contenuto emozionale positivo, in seguito ad un rapido paragone effettuato consciamente o inconsciamente, con un canone di riferimento interiore che può essere innato oppure acquisito per istruzione o per consuetudine sociale.

 _IGP3601Quindi diciamo che stando a questo una singola foto – o un dipinto – non sarebbe sufficiente a definire cosa realmente sia la bellezza. Ma la cosa meravigliosa della fotografia è la capacità di rimandare a sensazioni sensoriali, che il semplice “foglio di carta stampata” o lo schermo in quanto tali non fanno da soli.
Perciò possiamo dire che per definire la bellezza con questo mezzo abbiamo necessariamente bisogno di ESPERIENZA. Badate bene, non parlo di esperienza nella tecnica di scatto, ma di esperienza di vita. Ad esempio: perché la foto di un gattino vi piace così tanto? Probabilmente perché avete, o avete avuto, un gatto e ricordate la sensazione (quasi sempre…) piacevole che trasmette. Oppure: come mai guardando la foto di un panorama o di un tramonto facilmente vi scappa un mezzo sorriso e un senso di rilassamento? Ricorda vagamente le vacanze?

Alcuni artisti ritenevano che il successo della fotografia fosse proprio dovuto alla ricerca ossessiva della bellezza (intesa proprio come “raccolta di emozioni”) da avere sempre a portata di mano. Avete presente quante foto di famiglia ci sono incorniciate nelle case di tutte le nonne?

Non dimentichiamoci che la bellezza è comunque soggettiva! Un esempio può essere un famoso lavoro di Diane Arbus: ciò che per lei era “ritrarre la bellezza” – fotografare esseri umani nel loro ambiente, riportando la realtà – per molti spettatori è fonte di disagio e angoscia. Ma dietro a quella serie c’è un significato! Quindi non offendetevi se, quando pubblicate una foto, vi viene chiesto “me la puoi spiegare?”.

_IGP2628-355In conclusione direi che è necessario conoscere la tecnica e le regolette per fare uno scatto buono, ma devono trasparire l’emozione, le idee e il significato che sono antecedenti al momento in cui si preme il bottone e devono essere nella vostra mente per “giustificarlo”.
Un test: riguardate le foto scattate tempo fa: vi ricordate per quale motivo l’avete fatta? Vi ricordate le sensazioni che in quel momento vi hanno portato a scattare?
Ecco… meditate sulla risposta!!!

Buona fotografia!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...