RECENSIONE| Sigma 10-20mm f/4-5.6 EX DC HSM

Quel che vi propongo non sarà una sterile e noiosa trattazione di numeri, simboli, grafici etc etc queste sono informazioni che trovate in tantissimi siti specializzati, anche perché stiamo parlando di un obbiettivo di terze parti prodotto per quasi tutti i sistemi reflex in commercio, mi limiterò dunque a riportare solo le specifiche tecniche per completezza:

Caratteristiche Ottiche
 Focale   10-20 mm
 Angolo di campo   109.5 – 70.6°
 Diaframma Max.   f/4.5 – 5.6
 Lamelle diaframma   6
 Lenti/Gruppi   14 elementi in 10 gruppi
 Min. distanza fuoco   0.24 metri
 Rapporto riproduzione   0.15x
Funzionalità
 Tipo di zoom   Ghiera, interno
 AF interno   Si
 Full Time MF   Si
Costruzione e note
 Anello treppiede   No
 Moltiplicatori   Non compatibile
 Diametro filtri   77 mm
 Paraluce   In dotazione
 Tropicalizzazione   No
 Peso   470 g
 Dimensioni   84 x 81 mm

IMGP785tTerminate le beghe burocratiche possiamo entrare nel vivo della questione, quel che voglio offrirvi è una recensione da utilizzatore, un resoconto della mia personalissima esperienza sul campo ripercorrendo i processi logici che mi hanno portato ad acquistarlo ed utilizzarlo con soddisfazione da circa 2 anni……su non scoraggiatevi, la cosa è più semplice a farsi che a dirsi!

Come tutti coloro che dopo aver comprato la prima reflex (pentax k30) in kit col 18-55 (ed il 50-200 ndr) sentono la necessità e curiosità di cimentarsi con nuove prospettive e possibilità ho iniziato la fase di documentazione sulle scelte grandangolari compatibili con la baionetta K e come tutti all’inizio (ma spesso anche dopo) avevo un budget limitato. Iniziamo l’analisi delle varie possibilità:

Pentax 12-24: ottimo otticamente, molto versatile, non WR, troppo costoso, un po troppo purple fringing, preferivo arrivare a 10mm….scartato.

Sigma 8-16: ottimo otticamente, grosso e pesante, arriva ad 8mm ma si ferma a 16mm non monta filtri, costa caro…..scartato.

Tamron 10-24: otticamente non ha una buona reputazione, gira poco sull’usato….scartato.

Samyang 14: molto risolvente, paraluce integrato, MF, ottimo prezzo ma è fisso ( e per iniziare dovevo farmi le ossa su qualcosa di versatile per capire quali focali mi piacevano di più) e non monta filtri se non a lastra…..scartato. Le stesse considerazioni valevano per samyang 10mm e 16mm.

Tokina 11-16: non lo fanno per pentax….scartato in partenza!

Ecco che finalmente siamo arrivati al sigma 10-20mm versione 4.0-5.6, non è un campione di nitidezza a TA è vero, ma ben diaframmato migliora molto l’omogeneita centro-bordi, tra l’altro ho spesso letto che c’è il rischio di prendere limoni (ottiche al di sotto dello standard qualitativo), beh son stato evidentemente fortunato il mio esemplare ha una risolvenza accettabile ai bordi.

Per quanto riguarda vignettatura e distorsione non ho mai avuto grossi problemi a correggerli entrambi in LR, quindi non mi soffermerò oltre su questi aspetti.

IMGP1319Dal punto di vista costruttivo è ben solido ed abbastanza leggero e compatto, lo porto spesso in viaggio senza problemi dentro la sua costodia morbida fornita a corredo. Devo però segnalare che, come spesso accade per gli obbiettivi sigma, la gomma della ghiera per lo zoom si va rovinando col tempo, non è un problema a livello meccanico…ma estetico.

La focale è molto comoda, personalmente lo uso molto tra i 10-12mm, permette di spaziare dal paesaggio (bei colori e buon range focale) all’architettura/interni (distorsione ben correggibile), passando per la street (trai i 18-20mm). I più audaci possono persino tentare dei ritratti ambientati a figura intera.

La versione che ho scelto è un po’ troppo buia (f4.0 a 10mm) per ottenere ottimi risultati con la volta celeste, ma mi riservo di fare prove più approfondite con l’avvento della stagione estiva ed eventualmente aggiornerò questo punto in futuro.

Il diametro filtri è di 77mm, ho utilizzato spesso un filtro ND1000 con risultati molto soddisfacenti.

Lo street price è di circa 300 euro per la versione buia e 100 euro in più per quella ad apertura fissa F 3.5, con un oscillazione dei prezzi di +- 30 euro, il costo sul nuovo è di……….neanche lo prendo in considerazione, consiglio l’usato sia per il rapporto q/p vantaggioso che per la possibilità di verificare che non sia appunto un esemplare limonato, in fondo è in commercio dal 2005 e di esemplari usati ne ho visti parecchi in vendita nel tempo.

Siamo giunti alle considerazioni finali:

Ho scelto questo obbiettivo come primo grandangolo per escursione focale, prezzo vantaggioso, possibilità di montare filtri, qualità ottica abbastanza soddisfacente, dimensioni/portabilità.

Mi sento di consigliarlo a chi cerca un ultrawide tuttofare in corredo e non vuole spendere grosse cifre o a chi si accosta per la prima volta a focali così particolari (ci vuole un po di esperienza per gestirle bene).

Personalmente è un acquisto che rifarei, data la mia passione per gli angoli di campo esagerati l’ho affiancato ad un pentax 10-17 fisheye e probabilmente in futuro lo sostituirò col samyang 10mm 2.8 ma è solo grazie a questo sigma se adesso so che 10mm è una focale che mi piace e che sfrutto molto, iniziare con un ottica fissa e una focale così impegnativa non è semplice. Sicuramente ci sono ottiche otticamente superiori (vedi sopra) , ma come al solito dipende dalle esigenze e dalle priorità del singolo, non esiste l’ottica perfetta!

Spero di avervi dato qualche spunto interessante…….buon acquisto!

 

Annunci

3 pensieri su “RECENSIONE| Sigma 10-20mm f/4-5.6 EX DC HSM

  1. Ciao, ottima recensione che condivido anche perchè per gli stessi motivi ho preso la versione ad apertura F3.5.
    L’unico neo riscontrato da questo obiettivo è l’eccessiva distorsione ai bordi a 10mm (da 11mm scompare) e il diametro dei filtri di 82mm (nella mia versione F3.5) aumentato rispetto la versione recensita per evitare vignettatura.

    Mi piace

  2. Ti ringrazio 🙂 la distorsione personalmente mi piace spesso evito di correggerla anzi addirittura uso anche il 10-17 fisheye proprio perchè mi piacciono le prospettive esagerate ma capisco che si entra nell’ambito dei gusti personali, per quanto riguarda i filtri da 82mm hai ragione è una misura inusuale e rende i filtri rari e costosi ma guarda il lato positivo almeno puoi montarli, altri grandangoli non danno questa possibilità. Un saluto!

    Mi piace

  3. Pingback: SAMYANG 10MM F/2,8 ED AS NCS CS | pentaxblogger

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...