Steve McCurry a Torino

IMGP1308In una bellissima giornata di sole di Maggio abbiamo deciso, io e la moglie, di andare a visitare la Reggia di Venaria. Come ben sapevo prima del viaggio alla Reggia era in corso la mostra “Il mondo di Steve McCurry“, molto discussa ultimamente per l’errore photoshoppistico in una delle opere esposte!

Per chi non conoscesse Steve McCurry che dire? Intanto MALE!!! Piaccia o non piaccia McCurry è uno dei punti di riferimento per il mondo fotografico contemporaneo, le cui foto scattate in giro per il mondo sono largamente conosciute e riconoscibili. Una frase identifica più di tutte, credo, questo autore

«Ho imparato a essere paziente. Se aspetti abbastanza, le persone dimenticano la macchina fotografica e la loro anima comincia a librarsi verso di te».

Io non avevo mai approfondito McCurry ma solo letto articoli che lo riguardavano e visto, come molti, le foto soprattutto online e quindi ho colto al balzo l’occasione di visitare la mostra e la Reggia. A tal proposito mi permetto di consigliare a chi volesse andare a vedere la mostra di fare comunque il biglietto completo per visitare l’intera struttura con parco annesso, merita veramente!

IMGP1311Parliamo della mostra: esposte ci sono più di 250 foto, le quali sono di sicuro impatto sia perché stampate in formati importanti, sia per la qualità della stampa che esaltano soprattutto i colori brillanti caratteristici delle sue foto. Dal vivo le foto colpiscono subito, il messaggio ed il soggetto sono diretti e chiari anche a chi vede gli scatti per la prima volta e non è difficile restare ad ammirare gli scatti a lungo e perdersi in quel che ritraggono.

A completezza della mostra (o da leggere prima se volete qualche info in più riguardo gli scatti) mi sento vivamente di consigliare il libro di Biba Giacchetti, curatrice della mostra (l’allestimento invece è di Peter Bottazzi) dal titolo “Icons”. Il libro è riporta le spiegazioni e la descrizione della situazione al momento dello scatto, di molte delle foto esposte. Il prezzo mi è parso onesto: 25€.

Note dolenti: a mio modesto parere però vorrei dire che il percorso espositivo, citato anche nella presentazione della mostra nel relativo sito, non mi è stato così chiaro: non ho trovato un esatto filo logico tranne per la sezione iniziale, riguardante i suoi primi scatti in Afganistan, presentata da un breve video che ne racconta la storia e le vicende. Come detto per il resto non ho capito molto come procedere anche perché le foto sono appese a dei fili e a fare da sfondo di ognuna ci sono enormi tende grigie alla cui base sono riportati i cartellini identificati della foto (luogo ed anno dello scatto) anche questi molto piccoli e non sempre ben evidenti. Mi sarei aspettato una suddivisione per anno, luogo, oppure tipologia (magari paesaggi e ritratti?).

IMGP1316O forse è solo bello perdersi tra quelle fotografie e cercare di concentrarsi su ognuna…

Vi lascio il link del video di presentazione della mostra:https://www.youtube.com/watch?v=PQ2qt4_eE3E

Ps: ho visto la famosa foto con l’errore…devo dire che effettivamente non è così impossibile da notare, mi aspettavo che dopo un mese dalla notizia la foto fosse stata sostituita…vabbè…

 

 

 

Questo slideshow richiede JavaScript.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...