Glossario Sintetico

Non è semplice specie per un neofita orientarsi tra la miriade di sigle, acronimi e funzioni in riferimento al mondo Pentax……ma niente paura! Ecco di seguito un breve prontuario che vi aiuterà a capire meglio il significato di tutti quei gruppi di lettere che trovate sopra i vostri obbiettivi e che fino ad un minuto fa sembravano oscuri geroglifici!

A (obiettivi)
Serie di obiettivi PENTAX a fuoco manuale nati nel 1983 per la fotografia analogica. Hanno la ghiera dei diaframmi con la posizione A (Auto) e quindi l’apertura può essere controllata dalla fotocamera o dall’obiettivo. Per questa ragione risultano ben utilizzabili anche con le reflex digitali.

A645 (obiettivi)
Serie di obiettivi PENTAX a fuoco manuale nati nel 1984 per la fotografia analogica di formato 645 (6×4,5cm). Hanno la ghiera dei diaframmi con la posizione A (Auto) e quindi l’apertura può essere controllata dalla fotocamera o dall’obiettivo. Per questa ragione risultano ben utilizzabili anche con le reflex digitali serie 645D.

A (posizione)
Posizione “Automatica” prevista su diverse serie di obiettivi PENTAX. Consente il controllo dell’apertura da parte della fotocamera e quindi la modalità di esposizione automatica a priorità dei tempi. Tutti gli obiettivi PENTAX dotati di questa posizione risultano utilizzabili con grande praticità anche sulle reflex digitali.

AL (Aspheric Lens = Lente asferica)
Si definisce asferica una lente la cui curvatura non è una sezione di sfera. Si tratta di un profilo complesso, appositamente calcolato per compensare l’aberrazione sferica e ridurre anche altre aberrazioni ottiche. Le lenti asferiche vengono impiegate per migliorare le prestazioni ottiche degli obiettivi o per consentire zoom a più ampia escursione a parità di prestazioni ottiche. Vedere anche “Aberrazione sferica”

AW (All Weather)
Obiettivi con costruzione sigillata tramite accorgimenti progettuali e speciali guarnizioni di tenuta all’acqua e alla polvere, messa a punto per gli obiettivi digitali dedicati al medio formato. Abbinati a corpi macchina tropicalizzati, permettono di fotografare anche sotto la pioggia, in presenza di spruzzi o con elevati livelli di umidità.

Baionetta K
Originale attacco a baionetta introdotto da PENTAX nel 1975. Ne sono dotati gli obiettivi PENTAX serie K e serie M.

Baionetta KA
Introdotta da PENTAX nel 1983, è la variante “multimode” della baionetta K. Tramite una modifica al simulatore di diaframma e l’aggiunta di contatti elettrici per lo scambio di dati, consente anche la priorità ai tempi e l’espozione programmata. Ne sono dotati gli obiettivi PENTAX serie A.

Baionetta KAF
Introdotta da PENTAX nel 1987, è la baionetta per l’autofocus azionato dalla fotocamera. Include la trasmissione meccanica AF e contatti elettrici aggiuntivi. Equipaggia gli obiettivi PENTAX serie F, alcuni FA e FA-J.

Baionetta KAF2
Introdotta da PENTAX nel 1991, oltre alle funzioni della KAF aggiunge la gestione della distanza di messa a fuoco e la possibilità di alimentare l’obiettivo (p
er il Power Zoom o la massa a fuoco ad ultrasuoni SDM). Equipaggia gli obiettivi PENTAX serie FA, DA e D-FA.

Baionetta KAF3
Introdotta da PENTAX nel 2008. Rispetto alle funzioni della KAF2 non prevede la trasmissione meccanica dell’autofocus, per cui la messa a fuoco automatica è possibile soltando con le reflex digitali che gestiscono i motori ad ultrasuoni SDM
(dalla K10D in poi). Equipaggia alcuni obiettivi PENTAX serie DA.

Baionetta Kf
Introdotta da PENTAX nel 1981, è la prima variante autofocus della baionetta K. Prevede contatti elettrici tra fotocamera e obiettivo ed quipaggia la reflex ME-F e lo zoom motorizzato smc PENTAX-AF 35-70mm f/2,8.

DA (obiettivi)
Serie di obiettivi PENTAX autofocus ottimizzati per il digitale e copertura del sensore CCD o CMOS (23,5×15,7mm). A causa del formato ridotto, non sono consigliabili per la fotografia analogica. Non hanno ghiera dei diaframmi e l’apertura è controllata dalla fotocamera.

DA-L (obiettivi)
Versione economica di alcuni obiettivi PENTAX autofocus ottimizzati per il digitale e copertura del sensore CCD o CMOS (23,5×15,7mm). Sono proposti in kit con alcuni corpi reflex amatoriali. A causa del formato ridotto, non sono consigliabili per la fotografia analogica. Non hanno ghiera dei diaframmi e l’apertura è controllata dalla fotocamera.

DC (Direct Current)
Sistema di azionamento dell’autofocus tramite motore a corrente continua incorporato nell’obiettivo. Questo consente una messa a fuoco più dolce e silenziosa rispetto al tradizionale sistema AF a trasmissione meccanica azionata dalla fotocamera. Vedere anche “SDM”.

D-FA (obiettivi)
Serie di obiettivi PENTAX autofocus ottimizzati per il digitale a pieno formato (24x36mm) e pertanto consigliabili per la fotografia analogica. Alcuni di questi obiettivi hanno la ghiera dei diaframmi con la posizione A (Auto) e quindi l’apertura può essere controllata dalla fotocamera o dall’obiettivo.

D-FA645 (obiettivi)
Serie di obiettivi PENTAX autofocus ottimizzati per il digitale a pieno formato (6×4,5cm) e pertanto consigliabili anche per la fotografia analogica. Non dispongono della ghiera dei diaframmi (eccetto il DFA 35/3.5) e quindi l’apertura può essere controllata soltanto dalla fotocamera. Vedere anche “A645”, “FA645”.

Digital SR (Digital Shake Reduction)
Funzone delle fotocamere digitali PENTAX che previene gli effetti del movimento indesiderato della fotocamera durante lo scatto. Incrementando la sensibilità, si possono utilizzare tempi di posa più rapidi e quindi meno soggetti agli effetti di scarsa nitidezza prodotti dal mosso. In alcuni modelli, la funzione Digital SR prevede una vera e propria elaborazione elettronica delle immagini allo scopo di migliorarne la nitidezza.

Dust Removal (DR)
Identifica una serie di misure intraprese da PENTAX per evitare l’accumulo di polvere sul sensore della reflex, esposta al pulviscolo atmosferico durante il cambio dell’obiettivo. 1) Il sensore è dotato di trattamento antistatico/antiaderente SP, 2) Il sensore viene scrollato ad alta frequenza per far distaccare lo sporco, 3) Una banda adesiva trattiene le impurità affinché non ritornino sul sensore. Vedere anche “Dust Alert”.

Dust Removal II (DR II)
Identifica una serie di misure intraprese da PENTAX per evitare l’accumulo di polvere sul sensore della reflex, esposta al pulviscolo atmosferico durante il cambio dell’obiettivo. 1) Il sensore è dotato di trattamento antistatico/antiaderente SP, 2) Grazie ad un elemento piezoelettrico, il filtro passa-basso anteposto al sensore immagine CMOS viene scosso a velocità ultrasoniche per far distaccare lo sporco, 3) Una banda adesiva trattiene le impurità affinché non ritornino sul sensore. Vedere anche “Dust Alert”.

ED (Extra-low Dispersion = Bassissima dispersione)
Vetri ottici speciali che combinano buoni o elevati indici di rifrazione (quindi indicati per realizzare lenti) con bassissimi livelli di dispersione delle varie lunghezze d’onda, per cui le aberrazioni cromatiche si riducono notevolmente rispetto all’impiego di vetri convenzionali. Vedere anche “Aberrazioni cromatiche”.

F (obiettivi)
Serie di obiettivi PENTAX autofocus a pieno formato (24x36mm) nati nel 1987 per la fotografia analogica, ma con piena compatibilità ed ottima resa anche sul digitale. Hanno la ghiera dei diaframmi con la posizione A (Auto) e quindi l’apertura può essere controllata dalla fotocamera o dall’obiettivo.

FA (obiettivi)
Serie di obiettivi PENTAX autofocus a pieno formato (24x36mm) nati nel 1991 per la fotografia analogica, ma con piena compatibilità ed ottima resa anche sul digitale. Hanno la ghiera dei diaframmi con la posizione A (Auto) e quindi l’apertura può essere controllata dalla fotocamera o dall’obiettivo. Rispetto alla serie F, hanno un’elettronica più evoluta che comunica anche la distanza di messa a fuoco.

FA-J (obiettivi)
Serie di obiettivi PENTAX autofocus a pieno formato (24x36mm) nati nel 2001 per la fotografia analogica, ma con piena compatibilità ed ottima resa anche sul digitale. Non hanno la ghiera dei diaframmi e quindi l’apertura può essere controllata soltanto dalla fotocamera.

FA645 (obiettivi)
Serie di obiettivi PENTAX autofocus nati nel 1997 per la fotografia analogica di formato 645 (6×4,5cm). Hanno la ghiera dei diaframmi con la posizione A (Auto) e quindi l’apertura può essere controllata dalla fotocamera o dall’obiettivo. Per questa ragione risultano ben utilizzabili anche con le reflex digitali serie 645D.

IF (Internal Focusing = Messa a fuoco interna)
Tecnica di progettazione ottica e meccanica adottata per alcuni obiettivi PENTAX, col duplice scopo di contenere la lunghezza complessiva e non farla variare durante la messa a fuoco. Questa moderna concezione ottica facilita anche la realizzazione di obiettivi sigillati contro l’ingresso di acqua e polvere.

K (obiettivi)
Serie di obiettivi PENTAX a fuoco manuale nati nel 1975 per la fotografia analogica. Hanno la ghiera dei diaframmi senza la posizione A (Auto) e quindi l’apertura può essere controllata soltanto dall’obiettivo.

Limited (obiettivi)
Identifica una serie di obiettivi speciali, nati per soddisfare i puristi dell’ottica. Si tratta di compatti obiettivi a focale fissa di altissimo livello ottico e meccanico.

M (obiettivi)
Serie di obiettivi PENTAX a fuoco manuale nati nel 1976 per la fotografia analogica. Hanno la ghiera dei diaframmi senza la posizione A (Auto) e quindi l’apertura può essere controllata soltanto dall’obiettivo. Rispetto alla serie K, sono più compatti

Power Zoom
Zoomata motorizzata consentita da alcuni obiettivi serie FA.

SDM (Supersonic Direct-drive Motor)
Tecnologia proprietaria PENTAX per il controllo delle messa a fuoco tramite motori ad ultrasuoni incorporati negli obiettivi. Questo consente una messa a fuoco più dolce e silenziosa rispetto al tradizionale sistema AF a trasmissione meccanica azionata dalla fotocamera. Vedere anche “DC”.

SMC (Super-Multi-Coating)
È l’originale trattamento antiriflettente multistrato messo a punto e brevettato da PENTAX per aumentare la trasmissione luminosa attraverso l’obiettivo, migliorando il contrasto e riducendo le immagini fantasma e il flare. L’effetto di questo trattamento e il conseguente vantaggio su trattamenti meno sofisticati e meno efficaci si apprezza particolarmente nelle situazioni di controluce spinto, come quando nella scena sono presenti punti di luce molto concentrati (es.sole o lampioni).

SP (Super Protect)
Esclusivo di PENTAX, è uno speciale deposito di un sottilissimo strato di un composto di fluoro sull’elemento frontale (esposto) di determinati obiettivi e al filtro passa-basso anteposto ai sensori delle reflex digitali PENTAX. Negli obiettivi, lo scopo è quello di rendere particolarmente duro e resistente alle abrasioni l’elemento più esposto, quello più soggetto a sporcarsi e a venire pulito (non sempre con la massima accortezza). Inoltre, la superficie della lente trattata SP risulta particolarmente liscia e antiaderente, per ostacolare il deposito di acqua, unto e polvere. Lo stesso aspetto risulta utilissimo anche per il sensore immagine, allo scopo di evitare l’adesione di impurità indesiderate.

SR (Shake Reduction = Riduzione del mosso)
Originale sistema PENTAX per compensare gli effetti indesiderati del movimento della fotocamera durante l’esposizione, responsabile di minore nitidezza dell’immagine. Appositi accelerometri rilevano in continuazione il movimento della fotocamera nello spazio. Questo dato, insieme alla focale dell’obiettivo in uso, viene elaborato da un processore che comanda tramite elettromagneti il gruppo del sensore completamente flottante. Così gli effetti dannosi del movimento indesiderato vengono neutralizzati e sono possibili esposizioni più lunghe senza avere foto mosse. Col sistema PENTAX Shake Reduction, qualunque obiettivo (da 8mm a 800mm di focale) montato sulla fotocamera risulta stabilizzato, anche quelli delle vecchie generazioni non dotati di chip.

Star
Serie di obiettivi professionali senza compromessi, che adottano tutte le più evolute tecnologie ottiche e meccaniche per ottenere prestazioni “allo stato dell’arte”. Gli attuali obiettivi DA* (DA Star) ottimizzati per la fotografia digitale incorporano anche motori AF ad ultrasuoni. Vedere anche “SDM”.

Stop down
Tecnica di misurazione dell’esposizione che prevede la chiusura del diaframma all’effettivo valore di lavoro durante la lettura esposimetrica. Viene adottata sulle reflex digitali PENTAX in caso di utilizzo di obiettivi delle serie K, M e S, che non dispongono di posizione A sulla ghiera dei diaframmi.

Takumar

Obiettivi a vite m42 prodotti da PENTAX fino al 1975. Questo nome venne utilizzato anche per identificare alcuni obiettivi PENTAX a baionetta prodotti negli anni ottanta.

WR (Weather Resistant)
E’ un tipo di costruzione sigillata più semplice di quella adottata negli obiettivi DA*, ma comunque in grado di ridurre al minimo i rischi di intrusione di acqua e umidità all’interno
dell’obiettivo. Rispetto agli obiettivi normali, quelli della serie WR offrono maggiore garanzia di durata ed affidabilità nelle riprese sotto la pioggia, con nebbia e umidità e nelle condizioni nelle quali la fotocamera potrebbe essere soggetta a vapore o spruzzi d’acqua.

Per una trattazione più completa che include anche alcuni termini tecnici legati al mondo della fotografia in generale vi rimandiamo al sito ufficiale Ricoh: http://www.ricoh-imaging.it/it/glossario-al.html
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...