Una vita da… Villaggio

Succede che certe occasioni, durante la propria vita, capitino una volta sola e così tocca pigliarle al balzo. Ed è così che mi sono trovato, un giorno di metà Giugno, in un villaggio della Calabria per fare il “Fotografo da Villaggio”. Un pò suona male eh, tipo lo “Scemo del Villaggio”, ma posso assicurare che è un’esperienza che ti rimane dentro e mi sento di consigliarla a tutti quei ragazzi che durante l’estate vogliono cercarsi un impiego.

Il primo passo

00689Naturalmente, vi starete chiedendo perchè sono finito a fare il “Fotografo da Villaggio” e cosa mi ha spinto a farlo. Sinceramente non saprei: stavo cercando opportunità lavorative e, pur avendo un bimbo, questa mi sembrava un’ottima opportunità, per allargare i miei contatti, fare un’esperienza diversa e imparare.

Ovviamente, non ho accettato alla prima proposta. Prima di trovare quella giusta, mi sono arrivate tutta una serie di “proposte indecenti”, gente che ti offriva un posto letto a 1000 €, gente che ti avrebbe pagato dopo mesi e poi, mi ha chiamato questa Agenzia che mi è sembrata subito molto seria. ATTENZIONE! Consiglio spassionato: cercate sempre, prima di accettare, più tante informazioni possibili sulle agenzie che vi chiamano, perchè la fregatura è sempre dietro l’angolo.

Detto questo, dopo uno scambio di telefonate, qualche mail, una visione al contratto, ho firmato e sono partito e il 17 Giugno 2016, è iniziata la mia avventura al Club Esse Costa dello Jonio.

00736L’inizio dell’avventura

Sicuramente il viaggio è stato lungo, ma è passato in tranquillità e in scioltezza: da Brescia a Cariati (CS), e poi con il Diretto dell’Hotel fino a Mandatoriccio (CS), dove risiede il Villaggio. Da subito, mi si è rivelato quello che poi avrei scoperto, ovvero che lo staff era (ed è), uno dei migliori che si possa mai desiderare in una struttura turistica: competente, affiatato, disponibile e cordiale.

Il consiglio che posso dare a chi arriva in un villaggio per la prima volta, è quello di cercare da subito l’affiatamento con lo staff presene e, soprattutto, con l’animazione: se voi date, sicuramente riceverete. Almeno per me così è stato. Con l’Animazione, capitanata da uno splendido capovillaggio (Emanuele Aloi), si è creato subito il feeling giusto che ci ha permesso di collaborare con serenità.

00024Il secondo passo è stato imparare la strumentazione: il box con le stampanti e il software, le interfacce, la contabilità. Prima imparerete ad usarle, meglio lavorerete e meno fatica si farà poi. Altro consiglio spassionato: siate ordinati. Io non lo sono (e probabilmente mai lo sarò) e questo in effetti un po mi ha danneggiato. Quindi, più sarete ordinati con l’attrezzatura, con i report, con l’organizzazione del vostro lavoro, più la vostra esperienza sarà in discesa.

00575Le prime foto

Ed ora il grande dilemma: come faccio a sapere che non romperò le scatole agli ospiti? Semplice! Li devo conoscere. Il fulcro è quello: prima di fotografare, conosci. Il contatto è essenziale. Gira in spiaggia, in piscina, parla più che puoi i primi giorni della settimana e intanto scatta. Di solito, i primi giorni seguivo gli eventi e parlavo con gli ospiti, così prendevo confidenza e intanto mostravo loro di che cos’ero capace. Poi, presa confidenza con loro, chiedevo se volevano delle foto particolari, se desideravano delle foto di famiglia, dei book fotografici e così via.

01381Non demordete, di momenti critici ce ne saranno sempre, ma basterà rimanere lucidi e tutto si risolverà. Non sarà nemmeno necessario insistere, se vi dimostrerete cordiali, rispettosi e mostrerete ciò di cui siete capaci, saranno gli ospiti a venire da voi a domandarvi le fotografie.

T03939utta Esperienza

Cosa mi sono portato a casa? Sicuramente tanta, tantissima esperienza. Il lavoro è duro ma ne vale sicuramente la pena. La prima cosa che impari è risolvere i problemi, soprattutto se, come nel mio caso, sei l’unico fotografo. Non ti va la stampante? Ti ingegni e risolvi. Non ti viene bene una foto? Pazienza, modifichiamo i parametri e rifacciamola. Il monitor continua a spegnersi? lo risolvo, e così discorrendo.

04557L’importante è non perdersi mai d’animo, anche se capita, perchè se si perde la lucidità è finita, i problemi aumentano e il lavoro peggiora. Quindi, sempre con il sorriso e pedalare.

Cosa si fotografa?

I generi fotografici di un villaggio sono innumerevoli. Si passa da fare dei semplici ritratti durante le attività mattutine (come Risveglio Muscolare), ai ritratti posati a richiesta, dai ritratti di famiglia alle fotografie durante le attività più dinamiche, come i giochi in spiaggia o, come è capitato a me, durante la regata, fotografata direttamente in acqua (evviva le Pentax!).

Quindi, si passa da situazioni statiche a dinamiche in un attimo, da situazioni con poca luce, a situazioni completamente al sole, scende metà in ombra e metà in luce, c’è da decidere la posa, c’è da far capire all’ospite il perchè della determinata posa e così via…

00208In tutto questo però, la cosa più importante è divertirsi. Io, fortunatamente, ci sono riuscito, merito anche di una splendida compagnia trovata con il gruppo d’animazione, con i quali ho condiviso le Apparizioni in spiaggia e non, fotografie con gli ospiti, happening e, dulcis in fundo, mi hanno anche buttato sul palco per una piccola parte. Per questo, vorrei ringraziarli uno per uno, partendo dal Capovillaggio Emanuele, il Capo Animazione Erika, per poi seguire con tutti gli altri, Roberto, Sergio, Miriam, Erika, Sabrina, Elisa, Sebastiano, Biagio, Mauro, Alice, Riccardo, Michele, Fabrizia, Fabio, Corinne, tutto lo staff alberghiero, capitanati da uno splendido Direttore. Naturalmente, un ringraziamento particolare va all’Agenzia con la quale ho collaborato e che mi ha dato la possibilità di vivere questa opportunità, in particolare a Rachele, Marco e Walter.

 

Annunci

2 pensieri su “Una vita da… Villaggio

  1. Pingback: La Azzipipa 2… Nuove Impressioni | Diario di un novello pipatore

  2. Pingback: Pentax SMC DA 18-135mm f/3.5-5.6 ED AL (IF) DC WR: Il Furbo | pentaxblogger

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...