Samyang 14 mm: il grandangolare

1449925315Era da tempo che volevo scendere sotto i 17 mm del Sigma 17-70 e stare sopra gli 8 mm del suo fratellino minore. Ero stufo di sentirmi “castrato” negli interni e nei paesaggi e così ho preso la palla al balzo: mi sono comprato questo stupendo obiettivo, il Samyang 14 mm f/2.8 IF ED UMC Aspherical.

Cominciamo ad analizzare l’obiettivo dalla dicitura: innanzitutto è un 14 mm ed ha un angolo di campo di circa 114°. Inoltre è un 2.8, una buonissima luminosità per un grandangolare di questo genere (anche se, sinceramente, mi è capitato rarissime volte di usarlo a questa apertura). UMC, indica il trattamento speciale che Samyang fa per aumentare il contrasto e avere dei colori più naturali, così come ED sta per « Extra-low Dispersion », ovvero lenti a bassa dispersione. Mentre IF indica “Internal Focus”, cioè che è un obiettivo che “non si allunga”, ma che tramite un movimento interno delle lenti mette a fuoco.

Già così parrebbe un ottimo acquisto, contando che uno dei suoi punti di forza è un prezzo estremamente competitivo rispetto alla concorrenza: lo si trova infatti a prezzi che partono dai 430 € circa (con garanzia Fowa).

Prime sensazioni

All’apertura, si ha in mano qualcosa di massiccio. Il metallo si sente tutto e non è proprio un obiettivo compatto. La lente frontale fa la sua sporca figura e, una delle prime cose che (ahimè), si notano è il paraluce frontale fisso che non consente l’utilizzo di filtri a vite, ma di quelli a lastra con il proprio adattatore dedicato. Lo stile è sobrio, poche scritte, pulito, ghiere che hanno un buon gioco e sono precise. Approvato.

Utilizzo

Partiamo dalla cosa più importante: con Pentax l’obiettivo comunica perfettamente (tranne per l’autofocus, essendo manuale), quindi si potranno usare tutti i programmi della macchina. La seconda cosa più importante è che l’obiettivo è una figata. Non saprei come altro definirlo. Maneggevole, nitido, di facile utilizzo e ha una resa per me ottima.

Se proprio vogliamo trovare una difetto, che tra l’altro è facilmente correggibile, è una leggera distorsione “a baffo”, ma stiamo comunque parlando di un’ottica grandangolare e avere una distorsione è praticamente scontato. Altra cosa che ho notato è una buona resistenza ai flare: anche scattando controluce, non ho avuto particolari problemi.

Punto forte per me, rimane la nitidezza che quest’obiettivo presenta, nonostante il prezzo estremamente favorevole.

Pregi:

  • Costo
  • Costruzione
  • Luminosità
  • Nitidezza
  • Compatibilita con il Full Frame

Difetti:

  • Possibilità di non poter usare un portafiltri standard
  • Autofocus (se è un difetto non averlo con queste focali)

In definitiva, lo consiglio vivamente, sia per chi fa paesaggi sia per chi fa foto di architettura. Sicuramente è una lente da avere in borsa.

Di seguito qualche scatto realizzato con quest’ottica, mentre QUI, troverete l’album di Flick’r dedicato a questa recensione.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Annunci

Un pensiero su “Samyang 14 mm: il grandangolare

  1. Pingback: La Posta del Kuore: Obiettivi | pentaxblogger

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...